Caramelle mou fatte in casa

Il profumo del caramello.
Forse non ha eguali.
Propagandosi, sembra rivestire le pareti di una stanza.
Sembra addirittura colare, con quella sua consistenza densa, scivolosa e gonfia.
Avanza, dall’incedere lento e  piacevole.
Affascina il colore, affascina il modo in cui riveste un dolce e lo avvolge, impadronendosene.
Affascina quella sua trasparenza ambrata, color del miele, dolce ma con un retrogusto leggermente amaro che lo rende equilibrato. Assoluto protagonista. Goloso e irresistibile. Lo si immagina, sul palato. Imprigiona il gusto.
Sempre senza rubare alcun altro aroma o ingrediente, ma anzi, liberandolo.
Partendo proprio da lui, nascono le caramelle toffee, leggermente vanigliate, ricordo di pomeriggi trascorsi con le nonne, di piccoli regali sorpresi nelle loro tasche del cappotto, o di viaggi londinesi tra caffetterie e vetrine di drogherie in cui, immancabili, occhieggiavano da qualche vaso di vetro .
Queste caramelle fatte in casa, si scioglieranno in bocca, cambiando consistenza e accentuando ora il gusto della vaniglia, ora l’esplosione del caramello, per lasciare infine una lieve nota burrosa.

RICETTA CARAMELLE MOU
( dosi per uno stampo quadrato di 13 cm di lato )

– 200 gr di zucchero semolato
– 30 gr di sciroppo di glucosio
– 140 gr di burro di ottima qualità
– 100 ml di panna fresca liquida
–  1 bacca di vaniglia

per conservare : piccoli quadrati di “carta” trasparente in polipropilene per alimenti o in  carta forno
( si potranno tagliare dei sacchettini per biscotti ad esempio )

In un pentolino dal fondo spesso e dai bordi alti far caramellare lo zucchero insieme allo sciroppo di glucosio.
Senza inizialmente mescolare, quando il composto comincerà ad assumere il caratteristico colore del caramello ai bordi, lasciando pressoché intatto solo il centro, mescolare velocemente. Il caramello dovrà assumere un colore biondo intenso ed essere TRASPARENTE. Togliere dal fuoco.( Nel frattempo avrete portato a bollore in un altro pentolino la panna insieme al burro e ai semi di vaniglia, estratti incidendo la bacca per il lungo e raschiando i semi con l’aiuto della punta di un coltello). Versare poco alla volta questo secondo composto ( bollente e filtrato ) sul caramello, avendo cura di stare distanti con il viso, infatti il composto tenderà a salire, e a fuoriuscire con grandi bolle dal pentolino. Mescolare con movimenti veloci, aspettare qualche istante che la temperatura si abbassi. Saranno necessari pochissimi minuti, quando vedrete, sempre mescolando, che comincerà ad addensare, versarlo in uno stampo preferibilmente di silicone ( sarà facilissimo poi estrarre il tutto) appoggiato su un tagliere o un vassoio ( per garantire la stabilità durante eventuali spostamenti ) e lasciar raffreddare.

Una volta raffreddato, sformare delicatamente. Tagliare il composto con un coltello affilato e dalla lama liscia in cubetti dalle dimensioni a voi congeniali. Avvolgere ogni caramella così ottenuta in piccoli pezzi di carta forno o “carta” in polipropilene.Conservare in frigo, possibilmente in un contenitore di vetro ben chiuso.

 

12 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *